Bandi di filiera, prorogati i termini per aderire al bando: entro il 20 ottobre le domande delle singole aziende ed entro il 10 novembre quelle che uniscono più imprese

Ottobre 2017

Saranno prorogati al 20 ottobre, per le domande singole, e al 10 novembre, per quelle che uniscono più imprese, i termini per partecipare al bando di filiera del Programma di sviluppo rurale 2014-2020.

Un bando che stanzia 136 milioni euro, rivolto a tutti i principali settori dell’agroalimentare emiliano romagnolo, per promuovere la capacità delle aziende agricole di competere sui mercati, sostenerne la redditività e incentivare l’innovazione, favorendo l’aggregazione e il gioco di squadra e contrastando l’eccessiva frammentazione dell’intero sistema.

È quanto stato deciso oggi dalla Consulta agricola regionale che si è riunita a Bologna nella sede dell’assessorato.
Il bando, relativo alla Focus Area 3A, stanzia 135,8 milioni su 4 operazioni del Programma regionale di sviluppo rurale 2014-2020: 72,4 milioni per “Investimenti aziende agricole”; 52,4 milioni per “Investimenti imprese agroindustriali”; 10 milioni per “Progetti pilota e sviluppo innovazione” e 1 milione per il “Sostegno formazione professionale”.

Le risorse serviranno per sostenere, nei diversi settori, progetti che riuniscano aziende agricole, di trasformazione e di commercializzazione. Considerando le diverse percentuali di contributo, comprese tra un minimo del 35% e un massimo del 70%, potranno essere innescati investimenti per oltre 370 milioni di euro. Si stima che saranno presentate circa 1400 domande, un chiaro segno dell’importanza di questo bando e della vitalità del settore.

Tags: investimenti formazione professionale Consulta agricola regionale bandi di filiera