Bonus verde e passaggio generazionale tra i principali provvedimenti della Legge di Stabilità

Ci sono importanti novità in materia fiscale contenute nella nuova Legge di Stabilità 2018, vale a dire la manovra finanziaria che definisce i contorni della finanza pubblica per l’anno appena iniziato.

Bonus verde

Viene introdotta un’agevolazione sotto forma di detrazione dall’imposta sul reddito delle persone fisiche per le spese sostenute nel 2018 nella misura del 36% fino ad un ammontare non superiore a 5.000 euro sostenute per unità immobiliare ad uso abitativo che possiedono o detengono l’immobile sul quale sono stati effettuati:

  • interventi di sistemazione a verde di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, impianti d’irrigazione e realizzazione pozzi;
  • realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili.

La norma affianca, al suddetto limite massimo di spesa (5000 euro) per unità immobiliare abitativa, un distinto tetto (sempre pari a 5000 euro), da ripartire quota parte tra i condomini, per interventi effettuati sulle parti comune esterne di edifici condominiali. Inoltre, tra le spese indicate, potranno figurare anche quelle di progettazione e manutenzione.
Infine, l’articolo vincola la detrazione alla tracciabilità dei pagamenti ed introduce un sistema di ripartizione delle spese composto da 10 quote annuali costanti di pari importo.
Assieme al nuovo bonus verde, sono prorogati a tutto il 2018 le detrazioni per interventi di riqualificazione energetica (65%) e di recupero del patrimonio edilizio (50%), nonché la detrazione prevista a favore dei soggetti che sostengono spese per l’acquisto di mobili

Passaggio generazionale a giovani agricoltori

Viene introdotte la possibilità di un periodo di affiancamento  (triennio  2018-2021) tra i giovani agricoltori e gli ultra sessantenni, al fine di favorire il ricambio generazionale in  agricoltura e  il  passaggio  d’impresa. Il contratto di affiancamento impegna sia l’agricoltore, che dovrà trasferire (al giovane) le proprie competenze, sia il giovane agricoltore  che  dovrà  contribuire  in  prima  persona  alla  gestione  aziendale. Gli utili realizzati durante il triennio di affiancamento saranno ripartiti, a favore del giovane agricoltore, in  percentuali  comprese  tra  il  30  ed  il  50  per  cento. Infine, in  caso  di vendita, sarà garantito un diritto di prelazione al giovane agricoltore.

Apicoltura  nelle  aree  montane

Al  fine  di  promuovere l’apicoltura nelle aree montane,  quale  strumento  d’integrazione  al  reddito  e  di  tutela  della biodiversità,  il  comma  301  stabilisce  che i  proventi  da  essa  derivanti  (nel  caso  di  apicoltori  con  meno  di  20  alveari) non  concorrano  alla  formazione  della  base
imponibile ai fini dell’IRPEF.

Pac e certificazione antimafia

La soglia di esenzione dalla presentazione della certificazione  antimafia per  le  imprese  agricole  che  usufruiscono  di  risorse comunitarie,  è estesa da 5.000 euro  a  25.000  euro e  viene  prorogata  fino  al  31 dicembre del 2018.

Percentuali di compensazione Iva per bovini e suini

È confermata anche per il triennio 2018-2020, nella stessa misura prevista per il 2017, la possibilità di aumentare la percentuale di compensazione a favore dei produttori agricoli in regime speciale IVA, relativamente alle cessioni di bovini e suini. In particolare la percentuale applicabile agli animali vivi della specie bovina e suina può essere aumentata rispettivamente fino ad un massimo del 7,7% e all’8%. Attenzione, tale possibilità è però condizionata dall’approvazione di apposito Decreto Ministeriale.

Imu su fabbricati gravemente danneggiati dal sisma del maggio 2012

È prorogata al 31 dicembre 2018 l’agevolazione riservata ai fabbricati ubicati nelle zone colpite dal sisma del maggio 2012. Viene quindi ulteriormente differito il periodo previsto Decreto Legge n. 74/2012, in base alla quale i fabbricati distrutti od oggetto di ordinanze sindacali di sgombero, comunque adottate entro il 30 novembre 2012, in quanto inagibili totalmente o parzialmente, sono esenti da IMU fino alla definitiva ricostruzione e agibilità e comunque non oltre il 31 dicembre 2018.

Agevolazioni ai proprietari che affittano abitazioni a canone concordato

Prorogata fino al 2019 anche l’aliquota ridotta del 10% sul reddito derivante da affitti a canone concordato, conseguito in regime di cedolare secca.

Proroga super ammortamento

Prorogata fino al 31 dicembre 2018 la possibilità a favore delle imprese e dei lavoratori autonomi che effettuano investimenti in beni strumentali nuovi, di incrementare il relativo costo di acquisizione del 30%  (fino al 2017 la maggiorazione era pari al 40%) al fine di determinare le quote di ammortamento. Sono esclusi dall’agevolazione in esame gli autoveicoli ad uso promiscuo ed i fabbricati.

Spese per polizze assicurative contro calamità naturali

E’ prevista la detrazione Irpef pari al 19%, dei premi per le assicurazioni aventi ad oggetto  il rischio di eventi calamitosi stipulate relativamente alle unità immobiliari ad uso abitativo. La suddetta disposizione è applicabile alle polizze stipulate a partire dal primo gennaio 2018.

Rivalutazione terreni e partecipazioni

Viene riproposta la possibilità di rideterminare il costo d’acquisto di terreni edificabili o agricoli posseduti per ridurre la plusvalenza tassabile in caso di vendita. Per cogliere questa opportunità, entro il 30 giugno 2018 è necessario provvedere alla redazione ed all’asseverazione di una perizia estimativa del valore del terreno ed al versamento dell’imposta sostitutiva, pari all’8%.

Enoturismo

Introduzione, disciplina e promozione dell’attività di enoturismo. In particolare, si dispone che le attività di ricezione e ospitalità, compresa la degustazione di prodotti aziendali e l’organizzazione di attività ricreative, culturali e didattiche, svolte da aziende vinicole, vengano ricondotte, ai fini fiscali, alle attività agrituristiche.

Street food delle imprese agricole

Con l’obiettivo di valorizzare la piena integrazione fra attività imprenditoriali è consentito vendere prodotti agricoli, anche manipolati o trasformati, già pronti per il consumo, mediante l’utilizzo di strutture mobili nella disponibilità dell’impresa agricola, anche in modalità itinerante su aree pubbliche o private.

Interventi a sostegno del settore avicolo

Istituito un Fondo Mipaaf di 20 milioni di euro per far fronte alle emergenze del settore avicolo, al fine di favorire la ripresa economica delle aziende danneggiate dall’influenza aviaria e che non hanno stipulato polizze assicurative, nonché per il rafforzamento del sistema di sorveglianza e prevenzione della malattia.

Articoli correlati:

Agrimpresa online - Registrazione: tribunale di Bologna n. 6773 del 2 marzo 1998 - email: agrimpresa@cia.it - tel. 0516314340
Direttore responsabile: Claudio Ferri - Presidente: Cristiano Fini - Editore: Agricoltura è vita scarl
via Bigari 5/2 - 40128 - Bologna - P.iva 01818021204

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: