Supporto ai giovani agricoltori, c’è un nuovo bando regionale

Domande entro il 29 ottobre

La Giunta regionale mette a disposizione un pacchetto di risorse, pari a quasi 34 milioni di euro, per continuare a sostenere il ricambio generazionale in campagna. È la dotazione finanziaria del bando 2018 (per l’esattezza 33,9 milioni), il quarto nell’ambito del Programma regionale di sviluppo rurale (Psr) 2014-2020, che dà continuità all’intervento della Regione per incentivare la nascita e lo sviluppo di aziende agricole condotte da imprenditori alle prime esperienze.

Continua a leggere

Contributi per la promozione del vino all’estero: i progetti da presentare entro il 25 settembre

Saranno erogati contributi ai produttori di vino, a copertura del 50% delle spese, per la realizzazione di attività di promozione presso Paesi extra europei per un totale di circa 100 milioni di euro

Di questi, 27.599.100,00 euro per progetti a valere sull’avviso emanato dal Ministero e la restante parte per quelli emanati da Regioni e Provincie Autonome.

Continua a leggere

Automobili, vantaggi con la convenzione tra Fiat Chrysler Automobiles FCA Italy e Cia-Agricoltori Italiani

La convenzione tra Fiat Chrysler Automobiles FCA Italy e Cia-Agricoltori Italiani consente alle imprese associate di acquistare autovetture e veicoli commerciali dei marchi Fiat, Abarth, Alfa Romeo, Lancia, Jeep e Fiat Professional presso tutti i concessionari autorizzati della rete, usufruendo di speciali condizioni di trattamento a loro riservate, in via esclusiva, per le vetture immatricolate entro il 31 dicembre 2018.

Continua a leggere

Calano le superfici di pomodoro da industria del Nord Italia

Si coltivano 35.099 ettari, il -4,4% rispetto al 2017 e -5% sul contrattato di inizio campagna. Stabile la produzione bio che si attesta al 6,5% del totale

Cristian Calestani

PARMA – Sono 35.099 gli ettari coltivati per la campagna 2018 che vede iniziare la fase di trasformazione della materia prima negli stabilimenti proprio in queste settimane.

Continua a leggere

Mercato della medica da seme incerto

Il mercato della medica da seme ha subito un grosso contraccolpo.

Claudio Ferri

BOLOGNA – La coltura che lo scorso anno aveva garantito buona remunerazione ai produttori, ora risente di una situazione di mercato pesante. Sono quasi 51 mila gli ettari investiti a colture da seme in Emilia Romagna, un comparto importante che rappresenta oltre il 24 percento dell’intera superficie nazionale con questo indirizzo produttivo, quasi un quarto dei 207 mila ettari dell’intera Penisola.

Continua a leggere

Pere: campagna commerciale 2017 nella media, bene le precoci

di Erika Angelini

FERRARA – Una campagna commerciale 2017-2018 altalenante che si è conclusa con prezzi stabili ma non esaltanti e una prima fase produttiva che vede un aumento delle pere precoci. Sono queste le prime considerazioni emerse dal tavolo di coordinamento tecnico dell’Oi (Organizzazione interprofessionale) Pera, che ha fatto il punto sull’andamento generale del comparto e della filiera.

Continua a leggere

Reti multifunzionali per proteggere i frutteti da grandine, pioggia e insetti

Salvaguardare le produzioni da eventi meteo avversi come grandinate o piogge abbondanti e persistenti, o da attacchi d’insetti particolarmente pericolosi come la carpocapsa, la Drosophila Suzuki e la cimice asiatica (Halyomorpha halys), è un’esigenza della moderna frutticoltura

di Daniele Missere (Centro ricerche produzioni vegetali)

CESENA – Salvaguardare i frutteti non solo per tutelare il reddito del frutticoltore ma anche per la necessità di essere presenti sui mercati con prodotti di elevata qualità e costanti ogni anno, onde evitare la perdita di quote ambite da altri competitori.
Per questo si sta diffondendo sempre più la pratica di dotare i nuovi impianti di strutture in grado di assicurare una difesa attiva contro le suddette avversità.

Continua a leggere

L’agricoltura tifa per il ritorno dei voucher

L’Inps segnala un aumento del lavoro ‘intermittente’, confermato anche in Emilia Romagna

di Gianni Verzelloni

DALLA REDAZIONE – “Le imprese agricole hanno bisogno di flessibilità. Voucher e pagamenti in contanti devono essere, dunque, sul tavolo dei punti da risolvere.
Eppure, malgrado le aperture del Governo, la flessibilità di cui il settore primario ha assolutamente bisogno non sembra esser contemplata dal Decreto dignità appena approvato dal Cdm. Questo ci preoccupa, ma ci porta anche a chiedere, con sempre più forza, segnali concreti di revisione di alcune disposizioni che non favoriscono quelle imprese che creano e mantengono l’occupazione.

Continua a leggere

Agrimpresa online - Registrazione: tribunale di Bologna n. 6773 del 2 marzo 1998 - email: agrimpresa@cia.it - tel. 0516314340
Direttore responsabile: Claudio Ferri - Presidente: Cristiano Fini - Editore: Agricoltura è vita scarl
via Bigari 5/2 - 40128 - Bologna - P.iva 01818021204