Imballaggi: adempimenti più semplici per i produttori agricoli

Gli agricoltori che utilizzano, per la commercializzazione dei propri prodotti, imballaggi di diversa natura come, ad esempio cassette di cartone, legno o plastica, bottiglie, tappi e contenitori di qualsiasi materiale, sono soggetti a nuovi e più semplici adempimenti
Negli ultimi anni le modifiche introdotte hanno infatti sensibilmente ridotto le incombenze a carico degli agricoltori. In particolare con l’avvenuta approvazione del così detto collegato agricolo (L. n. 154/2016) è stato superato l’obbligo d’iscrizione al Conai (Consorzio nazionale imballaggi) e agli altri consorzi specifici quali il Conoe (Consorzio nazionale di raccolta e trattamento degli oli e dei grassi vegetali e animali esausti, e Polieco (Consorzio Nazionale per il riciclaggio dei rifiuti dei beni a base di polietilene).

La norma, più volte sollecitata dalla Cia, prevede che l’obbligo di adesione da parte dei singoli utilizzatori di specifici imballaggi è assolto dall’iscrizione dell’organizzazione ai consorzi indicati che così si sostituisce ai propri associati in quest’adempimento.
Ovviamente va specificato che le imprese agricole, anche laddove non aderenti al Conai, sono soggette, come tutti gli altri operatori, al pagamento del contributo ambientale, sia con riferimento alle transazioni nazionali che alle importazioni d’imballaggi, tutte le volte che acquistano imballaggi. Pagamento che nelle fatture di acquisto deve essere distintamente evidenziato.

L’unico adempimento che rimane in carico all’azienda agricola che utilizza imballaggi acquistati direttamente dal produttore d’imballaggi, e quindi nell’ambito di una prima cessione, sarà quello di esporre nelle proprie fatture di vendita della merce imballata la dicitura “contributo ambientale Conai assolto”.

Articoli correlati:

Agrimpresa online - Registrazione: tribunale di Bologna n. 6773 del 2 marzo 1998 - email: agrimpresa@cia.it - tel. 0516314340
Direttore responsabile: Claudio Ferri - Presidente: Cristiano Fini - Editore: Agricoltura è vita scarl
via Bigari 5/2 - 40128 - Bologna - P.iva 01818021204

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: