I consumatori premiano le carni bianche

Alessandra Giovannini

DALLA REDAZIONE – I dati riferiti al 2018 non sono ancora pronti ma ricordiamo quelli presentati in occasione dell’ultima assemblea nazionale di giugno dello scorso anno da Unaitalia, l’associazione di riferimento del settore avicolo italiano. L’intera realtà avicola nazionale è composta da 18.500 allevamenti che impiegano 38.500 addetti. Gli occupati nella fase successiva di trasformazione sono circa 25.500. Nel 2017 le aziende del settore hanno prodotto un fatturato annuo di 5.850 milioni di euro. Quello avicolo è l’unico settore completamente autosufficiente con una produzione nazionale che copre il 103% delle carni di pollo consumate. Nel 2017, in particolare, sono state prodotte 1.354.000 tonnellate di carni avicole e 12 miliardi e 600 milioni di uova.

Il consumo di queste carni e uova è stabilmente tra i primi posti nelle abitudini alimentari degli italiani e in lieve ma progressivo aumento ogni anno, in particolare, per la carne di pollo. Gli italiani nel 2017 hanno consumato circa 21 kg pro capite di carni bianche e 215 uova.

Un’indagine che Unaitalia ha realizzato con Ipsos conferma che gli italiani si fidano dei produttori avicoli nazionali. Il 70% dichiara di avere un’opinione positiva del settore e la fiducia dei consumatori verso i produttori avicoli italiani trova riscontro nell’attenzione che negli ultimi anni il settore ha dedicato a temi come il benessere animale, l’informazione al consumatore, l’innovazione tecnologica, la qualità e la sicurezza dei prodotti. “La nostra – precisa il presidente di Unaitalia, Antonio Forlini – è una filiera italiana che genera valore per tutto il Paese sia in termini di occupazione, valori sociali ed economici, sia in termini di benessere dei consumatori e del territorio.
Gli italiani scelgono le carni bianche per il loro ottimo profilo nutrizionale, ma anche perché esiste una straordinaria capacità delle nostre aziende e dei nostri allevatori di offrire un prodotto di assoluta qualità, che risponde perfettamente alla domanda dei consumatori che vogliono alimenti buoni e sani, alleati della salute e del benessere e prodotti in modo sostenibile”.

Dunque, visione positiva del futuro, grazie ad un settore che è ritenuto sano e con un prodotto dall’alto contenuto valoriale, riconosciuto e apprezzato dai consumatori. Un settore che è stato in grado, in questi anni, di innovare continuamente l’offerta, con tantissimi nuovi prodotti ad alto contenuto di servizio.

Agrimpresa online - Registrazione: tribunale di Bologna n. 6773 del 2 marzo 1998 - email: agrimpresa@cia.it - tel. 0516314340
Direttore responsabile: Claudio Ferri - Presidente: Cristiano Fini - Editore: Agricoltura è vita scarl
via Bigari 5/2 - 40128 - Bologna - P.iva 01818021204

WhatsApp chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: