Scatta un bando regionale per sostenere la promozione all’estero dei vini emiliano romagnoli

uva da vino
Un bando per il sostegno alle azioni di promozione all’estero dei vini Doc, Docg e Igt e da agricoltura biologica pensato per le imprese agricole da Piacenza a Rimini

Lo ha approvato la Giunta regionale che mette a disposizione 6,7 milioni di euro per far conoscere i buoni vini della regione nei Paesi extra europei. La soglia minima per chiedere i contributi è di 100 mila euro e le domande vanno presentate entro il 20 agosto“Mettiamo a disposizione delle imprese regionali le risorse previste nell’ambito dell’Ocm Vino (Organizzazione Comune di Mercato Ue) che risultano fondamentali per accelerare il processo di qualificazione e internazionalizzazionev- spiega l’assessore regionale all’Agricoltura, Simona Caselli -. Le aziende potranno così continuare le azioni promozionali che accompagnano il positivo andamento dell’export del vino italiano nei Paesi extra Ue, con particolare attenzione ai mercati emergenti del sud asiatico, come Cina e Giappone, e senza dimenticare le relazioni avviate con il Canada, gli Stati Uniti e la Russia, che restano i principali mercati di sbocco per il made in Italy”.

Il bando 2019/2020, approvato dalla Giunta regionale, è rivolto ad aziende agricole in forma singola e associata, consorzi e gruppi di imprese, per progetti annuali che prevedono un investimento complessivo minimo di 100 mila euro.
Le risorse sono concentrate su iniziative che promuovono i vini prodotti in Emilia Romagna: non verranno finanziati i progetti multiregionali.

Il bando è pubblicato sul Bollettino Ufficiale regionale del 10 luglio, le domande devono essere presentate entro le ore 15 del prossimo 20 agosto al Servizio “Innovazione, Qualità, Promozione e Internazionalizzazione del Sistema Agroalimentare” della direzione generale “Agricoltura, caccia e pesca” della Regione Emilia Romagna.

I progetti devono essere consegnati a mano o per posta, tramite corriere espresso o raccomandata, all’indirizzo “Regione Emilia Romagna- Direzione Generale Agricoltura, caccia e pesca- Servizio Innovazione, qualità, promozione e internazionalizzazione del sistema agroalimentare- viale della Fiera 8- 40127 Bologna”.
Può essere utilizzata anche la posta elettronica certificata, nel rispetto di quanto previsto dal d.lgs. n. 82/2005 (Codice dell’amministrazione digitale), inviando i documenti ad agrissa@postacert.regione.emilia-romagna.it .

Agrimpresa online - Registrazione: tribunale di Bologna n. 6773 del 2 marzo 1998 - email: agrimpresa@cia.it - tel. 0516314340
Direttore responsabile: Claudio Ferri - Presidente: Cristiano Fini - Editore: Agricoltura è vita scarl
via Bigari 5/2 - 40128 - Bologna - P.iva 01818021204

WhatsApp chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: